info@portafuturobari.it
 

Porta Futuro Bari

Start-up

Foto Start-up

Cosa offre:

Lo Sportello dedicato offre informazioni e consulenza di base e specialistica ai cittadini potenzialmente o effettivamente interessati a costituire una impresa o a conoscere meglio le opportunità dell’autoimpiego.

Il cittadino può essere orientato nella valutazione:

  • delle proprie attitudini imprenditoriali
  • dell’idea di impresa proposta
  • delle agevolazioni a cui poter accedere

Lo Sportello organizza seminari e laboratori di gruppo sui temi riguardanti la creazione di impresa e la redazione del Business Plan (Io Imprenditore, Le forme giuridiche, I finanziamenti agevolati, Il Business Model Canvas, ecc…)

A chi si rivolge:

Le consulenze individuali ed i laboratori sono disponibili a tutti i cittadini già accreditati o da accreditare a Porta Futuro Bari attraverso:

una richiesta al servizio di Accoglienza e/o di Orientamento

una e-mail all’indirizzo creazioneimpresa@portafuturobari.it

Tempi:

La consulenza alla creazione d’impresa viene erogata, su appuntamento, nelle seguenti modalità:

  • presso la sede di Porta Futuro Bari il mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 ed il venerdì dalle 9.00 alle 12.00 
  • a distanza, attraverso l'utilizzo di Skype o Zoom Cloud Meeting, in giorni ed orari concordati con gli operatori.

SPORTELLO SELFIEMPLOYMENT

Lo sportello Start up offre anche il servizio di assistenza e sostegno alla misura Nuovo Selfiemployment nell’ambito del programma Garanzia Giovani.

Il Nuovo SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale. L’intervento finanzia al 100% progetti di investimento con un importo compreso tra 5.000 e 50.000 euro.

Per accedere ai finanziamenti bisogna essere:

  • NEET (Not in Education, Employment or Training), vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    • si sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età
    • non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale
  • donne inattive, vale a dire donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative
  • disoccupati di lunga durata, vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    • non risultano essere occupati in altre attività lavorative
    • hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID)

N.B. Le donne inattive e i disoccupati di lunga durata non necessitano di essere iscritti a Garanzia Giovani.

 

Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, e possono chiedere i finanziamenti imprese individuali; società di persone; società cooperative/cooperative sociali, associazioni professionali e società tra professionisti.